Carrello 0

Buddhismo Zen

Mostrando 1–9 di 13 risultati

Lo Zen, abbreviazione del giapponese zenna e traslitterazione del termine sanscrito dhyana (meditazione, contemplazione), prese vita in Cina nel VI sec. d.C. grazie al saggio Bodhidarma, che introdusse per primo il Buddhismo Ch`an, un insegnamento privo di dogmi costrittivi stabiliti subito dopo la morte del Buddha.
Lo Zen, una pratica semplice e diretta in cui non v`è nulla da raggiungere, mira soltanto a conseguire l`illuminazione (satori) tramite l`intuizione profonda nel presente, poichè soltanto nel qui e ora la mente intuitiva si libera identificandosi con la Mente Universale.
Durante l`illuminazione l`individuo ritorna alla propria origine, al realtà ultima, il Vuoto pieno di potenzialità che tutto comprende. Perciò, il compito supremo di ogni uomo, consiste nell`investigare la propria Vera Natura e, quindi, la natura di tutta l`esistenza.
A tal scopo, utile è la meditazione zen (zazen) o il contatto con un maestro in grado scardinare la mente razionale del discepolo tramite rapidi e potenti koan, domande paradossali senza significato, il più famoso dei quali è: “Qual`era il tuo volto prima della nascita di tuo padre e tua madre?”.