Carrello 0

Yoga: Chakra

Visualizzazione del risultato singolo

I chakra, dal vocabolo sanscrito che rimanda al significato primario di una forma circolare: ruota, cerchio, vortice o movimento energetico che si allarga a spirale Bindhu, un punto da cui tutto parte e a cui tutto torna.
Sono ruote di luce che veicolano l`Energia Universale per alimentare i vari livelli del campo energetico, collegarli con l`organismo umano e rilasciare energia all`esterno.
La tradizione orientale ne distingue più di diecimila; i più importanti sono sette, disposti sulla linea mediana del corpo, all`altezza della colonna vertebrale, in corrispondenza dei diversi sistemi endocrini.
Ogni chakra ha una sua specificità a livello, fisico, mentale ed emozionale. Quando il chakra è armonico, l`energia fluisce libera nelle nadi o arterie del sistema circolatorio sottile: Sushumna, nella colonna vertebrale, Ida e Pingala, poste ai lati della spina dorsale. In caso di squilibrio, il chakra può caratterizzarsi per un accesso o difetto di attività.
Vediamoli in dettaglio.
1. Muladhara, “Sostegno della Base”. Situato tra i genitali e l`ano, ha come ghiandole endocrine corrispondenti le surrenali. Ha come elemento la Terra, il senso associato l`olfatto, i colori rosso e nero, racchiude tutta l`energia di base che accompagna sin dalla nascita ogni uomo e governa il fisico sino al subconscio.
2. Svadishtana, “che sta nel proprio posto”. Nelle pelvi, poco al di sopra del pube. Ghiandole corrispondenti le gonadi (ovaie per le donne e testicoli negli uomini). Porta come elemento l`acqua e come pianeta la Luna, il senso è il gusto, come colore l`arancione, detiene la capacità di vivere pienamente le emozioni e l`energia sessuale in senso lato e dirige il vitale inferiore.
3. Manipura, “La Città del Gioiello Splendente”. Situato nel plesso solare, ha come ghiandole endocrine il pancreas. Il suo elemento è il fuoco, come pianeta Giove, il senso la vista, il giallo è il suo colore, ha in sè la forza e il potere dell`affermazione personale e sostiene il vitale più vasto.
4. Anahata, “Suono Incausato”. E` al centro del petto. Ghiandola endocrina corrispondente il timo, elemento aria, pianeta Venere, come senso ha il tatto, colori rosa e verde, collega i tre centri inferiori, di natura fisica ed emotiva, con quelli superiori, mentali e spirituali e dirige l`essere emotivo.
5. Vishuddha, “Centro di Grande Purezza”. A questo chakra, situato nella zona della gola, corrispondono la tiroide e le paratiroidi, elemento etere, pianeta Mercurio, il senso è l`udito, colore azzurro, presiede alla capacità di comunicazione ed espressione, alimenta la creatività e governa il potere mentale dell`esteriorizzazione.
6. Ajna, “Chakra del Comando”. Tra le sopracciglia, gli corrisponde la pituitaria e l`ipofisi. Il suo colore è il viola, presiede all`equilibrio psicospirituale, alimenta la vista interiore, l`intuizione, la capacità che ognuno di noi racchiude in sè di vedere e percepire oltre la pura materia. Dirige la mente dinamica, la volontà la visione ed il potere di formazione mentale.
7. Sahasrara, “Loto dai Mille Petali”. Situato sulla sommità del capo, ha come ghiandola endocrina corrispondente l`epifisi e la ghiandola pineale. Il suo colore è il bianco, è il punto di contatto con l`Assoluto, il vortice d`entrata dove tutto è Uno e l`Uno il tutto, l`interfaccia tra la coscienza individuale e quella cosmica. Sostiene la mente pensante superiore, ospita più in alto la mente illuminata e al sommo si apre all`intuizione attraverso la quale il Sovramentale può entrare in comunicazione o in contatto immediato con gli altri piani.