Carrello 0

Georges Ivanovic Gurdjieff

Visualizzazione del risultato singolo

Georges Ivanovic Gurdjieff (Alexandropol, 13 gennaio 1872 – Neuilly, 29 ottobre 1949) è stato un filosofo, scrittore, mistico e “maestro di danze” armeno. Il suo insegnamento combina principalmente Sufismo altre tradizioni religiose in un sistema di tecniche psicofisiche che cerca di favorire il superamento degli automatismi psicologici ed esistenziali che condizionano l`essere umano.
L`insegnamento fondamentale di Gurdjieff (in comune con molti altri maestri spirituali di ogni epoca) è che la vita umana è vissuta in uno stato di veglia apparente prossimo al sogno. Per trascendere lo stato di sonno (o di sogno) elaborò uno specifico lavoro su sé stessi al fine di ottenere un livello superiore di vitalità e consapevolezza. La sua tecnica prevede il raggiungimento di uno stato di calma e isolamento, a cui segue il confronto con altre persone.
È la Quarta Via, la “Via dell`uomo astuto”, la cui particolarità consiste nell`essere attiva nella vita di tutti i giorni, perché propone l`apprendimento di un “Sapere” antichissimo, tramandato esclusivamente oralmente e per pratica diretta, con il quale l`uomo addormentato può risvegliarsi dal suo torpore profondo, iniziare a conoscere se stesso, ed “aprirsi” a quelle zone luminose interiori, inesplorate e sacre, attraverso il primo raggiungimento di una nuova qualità di Essere che attualmente, invece, si sta sempre più annichilendo negli esseri contemporanei.
Dopo aver attratto a sé un consistente numero di allievi e discepoli tra i quali vi erano persone di una certa rilevanza, fondò una scuola per lo sviluppo spirituale, chiamata Istituto per lo Sviluppo Armonico dell`Uomo.
I suoi insegnamenti provenivano da esperienze dei suoi viaggi, e che questi fossero la sintesi di verità e conoscenze appartenenti ad antiche tradizioni, con lo scopo del raggiungimento di una maggiore consapevolezza di sé nella vita quotidiana di ognuno e della collocazione dell`essere umano nell`Universo.
Fra i discepoli attuali più noti il regista teatrale inglese Peter Brook, il cui film “Incontri con uomini straordinari” e la sua autobiografia “I fili del tempo” riportano ampie testimonianze della sua vicinanza all`insegnamento di Gurdjieff, e il cantante e regista Franco Battiato.